Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.

INTERVISTE
  • Register

INTERVISTE

Chiara Sandrini, la Crème del Franciacorta.

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

GOAL CHIARETTAAAA2La gara che valeva una stagione si è appena conclusa. Le ragazze stanno festeggiando la salvezza, conquistata grazie ad una vittoria del collettivo. La rete decisiva porta la firma di una protagonista di questo campionato. Chiara Sandrini, non certo una goleador, ma una lottatrice che ha sempre cosparso di sudore la maglia che ha indossato. Una maglia che ormai le sta più addosso della stessa pelle.

Chiara, una partita nervosa nel primo tempo, ma dove a poco a poco è uscito il carattere del Franciacorta.

Direi più che nervosa. Ha prevalso la tensione, non giocavamo palla a terra, eravamo troppo agitate. Ad ogni sbaglio temevamo il peggio, poi per fortuna nel secondo tempo ci siamo caricate ed è uscito quello che sappiamo realmente fare. Non ho mai dubitato della mia squadra, ho creduto nella vittoria sin dall’inizio. Il loro vantaggio poteva segarci le gambe, ma siamo state brave nel reagire immediatamente. Un’emozione unica. Siamo ancora qua, ce l’abbiamo fatta! E’ stato un anno duro, difficile, per alcuni aspetti disastroso, soprattutto sotto l’aspetto mentale, dove i risultati sembravano non voler mai arrivare. Ma il risultato più importante alla fine è arrivato ed è questo quello che conta.

La prima parte del campionato si era chiusa positivamente, cosa nella seconda parte? Sono mancati solo i risultati o altro secondo te?

Crem col_TrentoI risultati sopra ogni cosa. Quando giochi partite creando tante occasioni senza realizzare mai e l’avversario invece alla prima ti infila ti crolla il mondo. Ti lasci andare, non ci credi più, ti crei dei problemi che forse neanche esistono. Molte di noi mentalmente avevano mollato, ma poi siamo riuscite tutte a caricarci per questa partita e posso dire che il Franciacorta ha dimostrato che nel momento più importante sa reagire a tutte le difficoltà.

Quanto è stato pesante il vantaggio ospite e quanto è stato importante raddrizzare subito la gara?

E’ stato pesantissimo il loro goal, anche perché è arrivato alla prima loro occasione e in questi casi capita spesso che puoi sbandare. Non ci siamo però demoralizzate, mentre nel corso del campionato in altre partite è successo proprio questo. Dopo quattro minuti è arrivato il goal del pareggio di Silvia che come sempre sa farsi trovare pronta e lì siamo esplose. La rete ci ha dato carica e da quel momento in campo c’eravamo solo noi. Ognuna di noi lottava per la squadra e non per se stessa, gli individualismi sono spariti, tutte grintose a lottare su ogni pallone. Abbiamo dimostrato di essere una grande squadra. Anche chi nel corso dell’anno si è sentita inutile oggi ha dato tutto. Avremmo potuto vincere in maniera più ampia per quello che si è visto in campo, ma l’importante nel calcio alla fine è farne uno in più dell’avversario.

E al 21’ della ripresa una sgroppata dalla metà campo e un volo a prendere quella palla per mandarla in rete. Quanto è stato bello?

Bello da morire, indescrivibile. Non ho più capito niente. Dicevo “è impossibile non posso aver segnato io!”. In tutto l’anno ho partecipato GOAL CHIARETTAAAApochissimo alla fase offensiva. Quando ho visto partire Ele e Silvia che si accentrava sul primo palo mi sono detta “vado”. Ho urlato “Nana mettila!”, mi sono buttata e in un attimo ho sentito il boato dalla tribuna e le compagne che mi saltavano addosso. Sentire lo speaker gridare il mio nome è stata una botta di vita. Ho pensato “Chiara hai fatto goal tu!” Non ci credevo e forse ho realizzato davvero solo a partita finita. Ho segnato solo due goal in due campionati, ma per fortuna due goal importantissimi.

Forse il tuo goal è il miglior riassunto della tua stagione. Hai sempre dimostrato attaccamento alla maglia e forse hai giocato uno dei tuoi migliori campionati di sempre.

Si, in realtà ho faticato nella prima parte a causa di qualche acciacco di troppo. Nella seconda metà invece stavo meglio e ho sempre cercato di dare il massimo, di aiutare le mie compagne. Quando Nicoletta si è fatta male e ho dovuto sostituirla nel ruolo di capitano ho pensato “E adesso come gestisco la cosa? Come mi comporto?”.  Non so, spero di aver passato alle mie compagne quello che provo per questa squadra. Crederci sempre fino alla fine e mettercela tutta. E poi… giù, dù, trè, ADOOOOSSSS!!!! 

You have no rights to post comments

MEMORIAL...

PROSSIME PARTITE

RISULTATI SERIE B

CLASSIFICA Bb

# Squadra MP PTS
1 SUDTIROL 24 60
2 FIMAUTO VALP. 24 53
3 INTER MILANO 24 50
4 REAL MEDA 24 48
5 F. MOZZECANE 24 39
6 BOCCONI MILANO 24 35
7 TRADATE 24 27
8 AZZURRA S.BART. 24 25
9 FRANCIACORTA 24 23
10 AZALEE 24 21
11 BRIXEN OBI 24 19
12 PRO LISSONE 24 19
13 UNTERLAND DAMEN 24 18